Sbocchi lavorativi OSS

AdminCorsiOSS Sbocchi lavorativi 2 Commenti

Ruoli dell'Oepratore Socio Sanitario

Ruoli dell’Oepratore Socio Sanitario

In un mondo dove sempre di più i componenti della famiglia sono impegnati quotidianamente nel lavoro, la cura degli anziani, dei disabili e dei bambini viene delegata a figure sanitarie professionali che assicurano competenza e qualità del servizio.
Si tratta degli Operatori Socio Sanitari.

Negli ultimi anni questa figura professionale si è diffusa sempre di più, proprio per le molteplici possibilità di impiego che presenta all’interno della società.

 

 

Sbocchi lavorativi per l’OSS

Per questa sua preparazione, la persona che si qualifica OSS può lavorare come dipendente di strutture private quali centri di accoglienza, assistenza ed ospitalità, case di riposo, comunità di recupero, case famiglia, centri educativi, etc.

Il diploma ti permette di partecipare a concorsi pubblici inerenti posizioni in strutture di assistenza sanitaria.
Con questo titolo di studio è possibile trovare un impiego presso aziende sanitarie, enti pubblici e privati a carattere assistenziale per fornire servizi di cura alla persona anche domiciliari, istituti scolastici e strutture educative in genere.

Ti sarà possibile organizzare il corso formativo adattandolo alle tue esigenze e concordare un piano di studi che ti permetta di conseguire la qualifica conciliando lo studio con il lavoro o con altri impegni lavorativi. Il percorso formativo unisce alle lezioni teoriche, ore di tirocinio che ti permetteranno di maturare un’esperienza spendibile sul mercato del lavoro.

Sempre di più cresce il bisogno di reperire figure professionali OSS che siano preparate nella cura dei bisogni primari della persona, in particolare per quanto riguarda i bambini, i disabili, gli anziani e i malati.
Le strutture più propense ad assumere personale diplomato OSS sono cliniche ed ospedali, case di riposo e comunità di recupero, case famiglia, strutture scolastiche, etc.
L’Operatore, inoltre, può trovare occupazione lavorando in proprio, fornendo un servizio di assistenza alle famiglie di tipo domiciliare (anziani, disabili, bambini, etc.).
Negli ultimi anni, pertanto, si è notato un incremento nella richiesta di assunzione di Operatori Socio Sanitario sia da parte del settore pubblico che privato.

Vi consigliamo di dare un occhiata anche alla offerte lavorative presenti in internet. Uno dei siti che proponiamo è Jooble, un motore di ricerca dedicato alle offerte di lavoro OSS che potrà cambiarvi la vita.

 

 

Cosa significa la qualifica OSS

Frequentando uno specifico percorso professionale, è possibile conseguire una qualifica grazie alla quale si può svolgere un’attività dedicata all’assistenza e alla cura delle persone presso diverse strutture, pubbliche o private.

I corsi per il conseguimento della qualifica OSS (Operatore Socio Sanitario) sono di competenza delle regioni, le quali, attraverso l’ente preposto, organizzano le attività didattiche e le ore di tirocinio.
L’allievo maturerà, così, una competenza in diverse aree quali quella psico-sociale, igienico-sanitaria, istituzionale e giuridica.

Proprio per la sua preparazione specifica l’Operatore Socio Sanitario ha la possibilità di trovare diversi sbocchi lavorativi nel settore dell’assistenza alla persona.
Può trattarsi di un’assistenza diretta alla persona malata e non autosufficiente oppure di una collaborazione con un personale medico specializzato.
Infatti l’Operatore è preparato per la raccolta di campioni, per la raccolta e lo stoccaggio di rifiuti sanitari, per il trasporto di materiale biologico sanitario, etc.
Inoltre l’Operatore Socio Sanitario è in grado di collaborare con il personale preposto alla somministrazione di farmaci o all’impiego di apparecchi medicali specifici.
È in grado di effettuare interventi di primo soccorso e di svolgere semplici attività di supporto diagnostico.

2 Risposta da: Sbocchi lavorativi OSS

  1. manuela BRUNO

    Sono interessata a seguire un corso legata al sociale, ero iscritta al corso di Assistente sociale e dopo tre anni di università ho dovuto lasciare per motivi familiare. Essendo disoccupata e vivendo in calabria dove non ci sono sbocchi lavorativi di nessun genere,se non per i raccomandati, vorrei poter seguire un corso serio, riconosciuto che mi dia poi la possibilità di lavorare

     
  2. Astrid

    Sono sempre stata interessata a svolgere corsi o attività legati al sociale,soprattutto per l infanzia,infatti per un anno ho seguito l università per Servizio Sociale,che ho poi dovuto lasciare per motivi familiari. Essendo ora disoccupata mi piacerebbe sfruttare questo periodo in modo positivo per svolgere un corso in un campo che mi è sempre interessato.

     
Inserisci commento